La dotazione della Radiologia di Sanitas è completa e tecnologicamente all’avanguardia.

Risonanza magnetica, TAC, mammografo, MOC, radiografo e ortopantomografo sono gli strumenti a disposizione dei pazienti per esami diagnostici, in grado di dare risposte puntuali.

 

TAC

La Tomografia computerizzata è una metodica di diagnostica per immagini, che sfrutta radiazioni ionizzanti (raggi X) e consente di riprodurre sezioni corporee del paziente ed elaborazioni tridimensionali.

In linea con la propria filosofia, quella di eseguire diagnosi precoci grazie alla evoluzione tecnologica ed alla preparazione clinica, il nostro centro diagnostico ha quindi  installato la nuova ed innovativa TAC di ultimissima generazione Toshiba Aquilion.

Questa apparecchiatura ha come punto di forza la capacità di ridurre drasticamente le dosi di radiazioni attraverso il particolare software AIDR-3D che consente di ridurre le radiazioni fino al 75% rispetto alla tradizionali apparecchiature TAC.

Questa è una tecnologia particolarmente avanzata in campo radiologico perfettamente in linea con le direttive internazionali secondo cui la dose somministrata deve essere la minima indispensabile per ottenere il miglior risultato, e con la direttiva EURATOM del 05/12/2013, che stabilisce norme fondamentali di sicurezza relative alla protezione contro i pericoli derivanti dall’esposizione alle radiazioni ionizzanti ai pazienti nelle indagine radiologiche.

Altra caratteristica è la riduzione dei tempi di scansione e di conseguenza la riduzione del tempo dell’esame: ad esempio per eseguire una TAC del torace e dell’addome basta una semplice inspirazione di 5-8 secondi. Ulteriore caratteristica dell’Aquilion Prime è relativa al dettaglio anatomico; lo spessore dello strato che si analizza arriva fino a 0,5 millimetri, in tal modo si aumenta l’accuratezza diagnostica di ogni singola immagine.

Con questa apparecchiatura possono essere studiati tutti i distretti del corpo umano: cranio, collo, torace, addome, colonna, arti ed articolazioni.

PRENOTA ORA

 

RISONANZA MAGNETICA

La risonanza magnetica  è una tecnica diagnostica multiparametrica che fornisce immagini dettagliate del corpo umano utilizzando campi magnetici e onde radio, senza esporre il paziente a nessun tipo di radiazioni ionizzanti, che invece utilizza la tomografia computerizzata (TC), e non produce interazioni negative con i tessuti corporei. Le informazioni fornite dalle immagini di risonanza magnetica sono essenzialmente di natura diversa rispetto a quelle degli altri metodi di imaging. Infatti sono normalmente meglio esaminabili i tessuti molli ed è inoltre possibile la discriminazione tra tipi di tessuti non apprezzabile con altre tecniche radiologiche.

La Risonanza magnetica viene utilizzata per la diagnosi di una grande varietà di condizioni patologiche perché permette di visualizzare sia lo scheletro, articolazioni e muscoli che  gli organi interni, attraverso l’acquisizione di sequenze di immagini secondo i piani dello spazio ritenuti più adatti al tipo di studio e secondo diverse “pesature”, al fine di meglio distinguere un tipo di tessuto da un altro ed ancora una componente tissutale patologica da quella sana, che pertanto avranno intensità di segnale diversa in base alle loro componenti.

È dannosa per la nostra salute?

La risonanza magnetica non è dannosa e non è dolorosa; non prevede l’uso di sostanze radioattive né di radiazioni ionizzanti come quelle dei raggi X, ma sfrutta campi magnetici, simili a grosse calamite, e onde a radiofrequenza simili a quelle utilizzate per la radio e la televisione. Allo stato attuale delle conoscenze non c’è ragione di credere che possa provocare danni nemmeno a distanza di tempo. Gli unici fastidi che si possono avvertire durante l’esecuzione dell’esame derivano dal rumore provocato dalla macchina peraltro ben tollerato e, nelle apparecchiature chiuse, dal senso di claustrofobia che potrebbe insorgere dal fatto di rimanere chiusi in un grande cilindro, che può avere un diametro di 60cm, come nella maggior parte delle macchine in uso, o anche 70 cm come in quella in uso nel nostro centro.

E’ possibile ridurre questo  fastidio con apparecchiature come  la risonanza magnetica aperta.  

Come si esegue l’esame di risonanza magnetica?

Per eseguire l’esame al paziente viene chiesto solo di distendersi su un lettino e di restare fermo e rilassato per tutta la durata dell’esame, che varia in rapporto ai distretti da esaminare: l’esame può durare da 15 minuti circa fino anche a 60 minuti.  Il Tecnico Sanitario di Radiologia, sempre presente durante l’esame e che monitora la situazione, fornirà indicazioni e supporto al paziente ed esegue l’indagine secondo le indicazioni del Medico Radiologo ed in base al distretto corporeo da esaminare.

Sia nello studio della patologia muscolo-scheletrica e quindi delle strutture articolari/capsulo/meniscali, dei legamenti così come per valutare l’edema osseo, che soprattutto per lo studio dell’encefalo e della colonna vertebrale, la RM è la metodica più indicata rispetto alle altre indagini radiologiche come RX e TC.

Ci sono controindicazioni o fattori di rischio all’esecuzione di un esame RM?

La risonanza magnetica,  è un’indagine sicura e innocua per l’organismo umano; a causa del campo magnetico generato dall’apparecchiatura, che ricordiamo è come una grossa calamita, non possono sottoporsi all’esame persone a cui sono stati applicati apparecchi metallici interni, come pace-maker, protesi metalliche e clips vascolari non specificatamente dichiarati compatibili: in queste evenienze è necessario mostrare al TSRM e/o al Medico la certificazione del dispositivo metallico RM compatibile.

PRENOTA ORA

 

MAMMOGRAFIA

È chiaro e condiviso da tutti i medici che in ambito senologico la prevenzione resta l’arma fondamentale.

Il gruppo SANITAS, da sempre sensibile a questa tematica, ha quindi scelto di dotarsi di strumentazione moderna e tecnologicamente avanzata, per offrire alle proprie pazienti la mammografia con tomosintesi 3D, lo stato dell’arte nell’indagine mammografica senologica.

La Mammografia con Tomosintesi 3D è un sofisticato sistema che, grazie a una rapida e indolore scansione ai raggi X a bassa dose, è in grado di acquisire immagini tridimensionali del seno.

Punti di forza di questa tecnica sono:

  • La Mammografia con Tomosintesi 3D è uno strumento diagnostico che permette di studiare la mammella ‘a strati’ per cui il medico senologo ha a sua disposizione immagini del seno molto più accurate, complete e dettagliate rispetto alla mammografia tradizionale;
  • Per l’ottenimento delle immagini la compressione necessaria è inferiore all’esame tradizionale;
  • È un esame affrontato con più serenità e di norma ben tollerato;
  • Sicurezza clinica maggiore con una dosimetria trascurabile e comunque non superiore all’esame tradizionale.
PRENOTA ORA

 

MOC

Valutazione dell’osteoporosi con la Mineralometria Ossea Computerizzata

La valutazione della salute dell’osso è diventata una componente essenziale nel benessere dei pazienti.

Il sistema Explorer QDR Series esegue misurazioni di densitometria ossea con precisione insuperabile e a dosi irrilevanti (non è necessaria la schermatura), garantendo risultati precisi, esame dopo esame, anno dopo anno. Explorer QDR Series garantisce misurazioni della densità ossea della colonna vertebrale e del femore con una calibrazione automatica continua, garantendo in ogni momento risultati precisi della MOC.

La valutazione delle possibilità di frattura delle vertebre, riconosciuta come lo standard nella valutazione del rischio di frattura, è ora migliore e più facile che mai. La valutazione consente di identificare in soli 10”, e a minimo dosaggio di radiazioni, le fratture della colonna vertebrale. Grazie all’avanzata tecnologia dell’Explorer QDR Series si può ottenere la più accurata diagnosi del paziente con la massima efficienza ed efficacia.

PRENOTA ORA

 

RADIOGRAFICO

Sanitas effettua radiografie con tecnologia scalabile telecomandata di alta qualità

Il sistema DR400 è una soluzione flessibile e accessibile per effettuare radiografie di elevata qualità  nelle indagini radiografiche. Montato a pavimento, è facilmente accessibile e con capacità di peso fino a 320 Kg. Tutte le configurazioni di questo sistema per le radiografie consentono una notevole versatilità per qualsiasi posizionamento del paziente.

L’impianto di nuova generazione DR400 è dotato di un sistema digitale di acquisizione wireless e ha una dimensione compatta. La elevata comodità del sistema permette un accesso al piano radiografico da parte del paziente senza rischi di caduta o di sbilanciamento. L’accesso alla prestazione diagnostica è facile e sicuro anche per pazienti anziani o con ridotta mobilità.

PRENOTA ORA

 

ORTOPANTOMOGRAFO

In Sanitas Orzinuovi è possibile effettuare l’imaging dentale extraorale con ortopantomografo

La Serie 200 della gamma di apparecchiature Dental Orthopantomograph offre la funzionalità di un’unità di imaging dentale extraorale di alta qualità e molto altro ancora.

Il sistema di posizionamento del paziente offre una vasta gamma di proiezioni per radiografie cefalometriche. Si tratta di un dispositivo diagnostico completo che include proiezioni laterali, frontali, antero posteriori e oblique. Il tempo di scansione cefalometrica, regolabile in base alla corporatura del paziente assicura un tempo di esposizione ottimale.

Inoltre l’unità integra un modo avanzato di scansione laterale, regolabile dall’utente, per esporre solamente la porzione del cranio che si desidera visualizzare. Questo metodo porta il tempo di scansione a 5 secondi e riduce notevolmente la dose di esposizione del paziente. Il sensore CCD con fibre ottiche ad alta velocità, associato ad un generatore avanzato ad alta frequenza, produce radiografie digitali di eccellente risoluzione con un’esposizione limitata.

PRENOTA ORA